INIZIO CORSI 29 MARZO 2008 Piscina Onyria di Azzano San Paolo (BG)

Nel 2005 è nata una divisione del C.I.U.C.A. Sub Bergamo dedicata ai bambini ed ai ragazzi che vogliano avvicinarsi alla subacquea sin dall'età di 4 anni fino ai 14 anni, il CIUCHINO Club, il nostro settore giovanile.

I corsi di Avviamento agli Sport Subacquei, chiamati per brevità "Corsi Mini-Sub", si rivolgono ai giovani di età inferiore a quella prevista dalla normativa FIPSAS per il conseguimento del primo brevetto abilitante (Apnea o AR), attualmente fissata in 14 anni.

L'obiettivo primario è quello di fornire una didattica in grado di avvicinare i più giovani agli sport subacquei, contribuendo nel contempo alla loro formazione psico-motoria.

8-13 anni ("Mini-Sub")

con due indirizzi tra loro integrabili ed interagenti:

•  Mini-APNEA con l'obiettivo finale di consentire la pratica in sicurezza dello "snorkeling" e dello "sea-watching".

•  Mini-ARA con l'obiettivo finale di consentire l'effettuazione di semplici immersioni con autorespiratore ad aria accompagnato dall'istruttore del corso.

L'iter formativo completo offre una gamma di tre livelli di Mini-Apnea e tre livelli di Mini-Ara, con alcune specializzazioni, che consentono di coprire un arco temporale di 6 anni.

STRUTTURA DEI CORSI

La struttura dei corsi è a discrezione dell'organizzazione (società, istruttore, ecc.); ciò consente una maggiore flessibilità nell'adattarsi alle diverse realtà logistiche. I corsi potranno essere realizzati ad esempio in uno stage di una settimana, in una serie di fine-settimana, durante la stagione invernale, in piscina, negli stabilimenti balneari, ecc.

Gli argomenti teorici saranno trattati durante tutto il processo formativo e saranno in rapporto con i siti prescelti per le immersioni, sia dal punto di vista morfologico (natura del fondale) sia da quello naturalistico.

Gli esercizi preparatori andranno svolti in bacino delimitato, tipicamente piscina o zona di mare particolarmente protetta, tranquilla e sicura.

Imprescindibile è la messa in pratica in acque libere di quanto appreso in bacino delimitato.

SICUREZZA

Si richiama l'attenzione sul fatto che, per le caratteristiche proprie dell'età evolutiva, i maggiori fattori di rischio sono legati alla struttura fisica dei soggetti (che spesso ne riduce la galleggiabilità e la resistenza) ed alla instabilità emotiva, che, in particolare durante le immersioni con ARA, può sfociare in reazioni incontrollate, potenzialmente pericolose a prescindere dalla profondità raggiunta.

Pertanto, oltre alle normali precauzioni da adottare in ambiente acquatico,

•  nelle attività a corpo libero gli allievi dovranno essere messi in condizioni idrostatiche quanto meno di equilibrio, se non leggermente positive (facendo uso della muta)

•  le esperienze in acqua libera potranno essere effettuate solo quando gli allievi avranno raggiunto un adeguato grado di affidabilità psico-fisica

•  il rapporto istruttori-allievi in acqua libera andrà valutato dall'istruttore in funzione della affidabilità del gruppo e delle condizioni ambientali.

Si ribadisce a questo proposito che, anche se tutte le attività previste dal presente regolamento sono da intendersi di tipo ludico e non prevedono alcun tipo di esame, l'Istruttore dovrà acquisire gli elementi necessari a valutare, a suo insindacabile giudizio, se un allievo abbia o meno raggiunto gli obiettivi psico-fisici che gli consentano di affrontare in sicurezza le esperienze in acqua libera.

RACCOMANDAZIONI PARTICOLARI

•  L'attività di Avviamento agli Sport Subacquei non interagisce con quella per adulti; la sua progressione ed i suoi contenuti sono specifici ed alla fine non viene rilasciato alcun brevetto abilitante.

•  Pur riconoscendo l'attrazione e la curiosità che l'immersione con autorespiratore esercita di fatto nell'immaginario collettivo, si raccomanda di non sottovalutare la valenza formativa dell'apnea, sia dal punto di vista fisico che psicologico. Pertanto, anche se è possibile cominciare direttamente con un corso Mini-ARA (in funzione delle capacità del soggetto), è raccomandata comunque la frequenza preventiva di almeno un corso di Mini-APNEA.

•  Si raccomanda di non insistere nel "bruciare le tappe" al fine di contribuire ad una progressiva maturazione psico-fisica del soggetto.

•  In particolare vanno individuate e, per quanto possibile, non assecondate quelle situazioni in cui l'avvicinamento alla subacquea, più che una naturale inclinazione del ragazzo, si configura come una palese forzatura da parte dei genitori

 

Ciuca Sub Bergamo - C.so Roma 110 - 24068 Seriate (BG) Tel 335-5660879 ciucasub@virgilio.it